treatment

La mia attività didattica è incentrata su tre aspetti fondamentali:
1. Fare relazioni a congressi
2. Realizzare pubblicazioni
3. Portare avanti protocolli di ricerca circa le metodiche CAD-CAM

Ai congressi vengo invitato per parlare di estetica sia in campo dentale che implantare.
Le pubblicazioni invece riguardano solo l’estetica in campo implantare.

CAD o Computer-Aided Design, cioè progettazione assistita dall'elaboratore, indica il settore dell'informatica volto all'utilizzo di tecnologie software, e in particolare della computer grafica, per supportare l'attività di progettazione di dispositivi reali. I sistemi di Computer Aided Design hanno come obiettivo la creazione di modelli, soprattutto 3D, del dispositivo.
Questa attività è rivolta a creare oggetti tridimensionali partendo sia di denti che da modelli in gesso o prototipi di strutture protesiche per impianti dentari.

CAM o Computer-Aided Manufacturing significa fabbricazione assistita da computer.
Un programma di CAM è un programma interattivo, che permette all'utente di eseguire le seguenti operazioni:
- Caricamento di un modello geometrico da un file in un formato standard, normalmente generato da un programma di CAD.
- Impostazione del sistema di coordinate usato dalla macchina utensile (per esempio cartesiano, cilindrico, sferico).
- Selezione della parte di modello da lavorare.
-Impostazione dei parametri di lavorazione (raggio dell'utensile, velocità di spostamento) per ogni porzione del modello.
- Generazione delle istruzioni per la macchina utensile, salvate in un file di testo.
- Visualizzazione o modifica della sequenza di istruzioni generate.
- Visualizzazione grafica del percorso utensile generato.
- Invio dei dati al controllo numerico della macchina utensile.
Questa attività è rivolta a creare dispositivi odontoiatrici finalizzati a sostenere protesi dentare o a guidare l’alloggiamento implantare durante l’atto chirurgico.

Questa attività mi occupa saltuariamente nei fine settimana.

- Ha pubblicato nel 1996, presso la casa editrice G. & G. dal Cielo, il seguente manuale operativo:
Restauri fusi a copertura parziale e totale dell’elemento singolo. PDF
- Ha pubblicato nel 1998, sulla Rivista Italiana di Stomatologia il seguente articolo:
Analisi dello spazio interdentale. Valutazione di un nuovo concetto: l’ampiezza biologica orizzontale. PDF
- Ha pubblicato nel 2005 sulla Quintessenza odontotecnica il seguente articolo:
CPM metallo ceramica pressofusa - Case report. PDF
- Ha pubblicato nel 2007 sul Nobil Mag il seguente articolo:
Davide D. Zaccaria M.; estetica con Performance e Performance-press. PDF
- Ha pubblicato nel 2010 sul Journal of Maxillofacial Implant il seguente articolo:
Zaccaria M. Vigolo P. Clinical evaluation of marginal bone loss of multiple freestanding cemented restorations on external hexagonal connection implants: a 5-year retrospective clinical study. PDF
- Ha pubblicato nel 2011 sulla Rivista Italiana di Implantologia il seguente articolo:
Riabilitazione implanto protesica di paziente parzialmente edentula. PDF
- Nel 2012 è stato intervistato sulla rivista Più Salute e Benessere, guida alla qualità e alle eccellenze in Odontoiatria:
tutta l’esperienza e la competenza in un referente unico e di fiducia. PDF
- Ha collaborato nel 2012 alla realizzazione del libro
“Scienze dei materiali dentali e laboratorio” di Silvia Recchia e Andrea De Benedetto edito da Franco Lucisano nella stesura della unità didattica «cementi dentali». PDF
- Ha pubblicato nell'aprile 2013, sulla Rivista Teamwork Clinic il seguente articolo:
Quando l’estetica non è un'esigenza del paziente PDF