treatment
Terapia di mantenimento

La parodontologia è quella branca dell’odontoiatria che si occupa dell’organo di sostegno del dente e le patologie ad esso correlate. Il parodonto è costituito da diversi tessuti:
1. Gengiva
2. Legamento Parodontale
3. Cemento Radicolare
4. Osso Alveolare

La malattia parodontale ha una sola causa scatenante:
1. placca batterica
2. placca batterica trasformata in tartaro

La malattia parodontale ha diverse cause predisponenti

I batteri presenti nella placca e nel tartaro provocano sempre infiammazione.
L’infiammazione e gli enzimi prodotti dai batteri provocano la distruzione dell’organo di sostegno del dente.

 

La malattia parodontale è una sola ma a seconda di quale tessuto è maggiormente colpito si avrà una diversa sintomatologia:

1. osso - tasche ossee
2. gengiva - recessioni gengivali e sanguinamento
3. cemento - carie del cemento e sensibilità termica
4. legamento parodontale - mobilità dentale e difficoltà alla masticazione

Curare significa eliminare le cause che hanno portato alla distruzione dei tessuti e ristabilire quelle condizioni che permettano di mantenere la bocca in uno stato di salute, funzione ed estetica il più a lungo possibile Senza entrare nel merito della terapia parodontale correttiva basta sapere che il successo della terapia parodontale è strettamente dipendente dal grado di collaborazione del paziente.

Prevenire significa impedire che si verifichino le condizioni che portano alla distruzione dei tessuti parodontali e mantenere la bocca in uno stato di salute, funzione ed estetica il più a lungo possibile. La prevenzione consiste solo ed esclusivamente nell’impedire l’accumulo di placca batterica.
Il successo della prevenzione parodontale è strettamente dipendente dal grado di collaborazione del paziente.


Terapia parodontale di supporto

 

Tutti i presidi terapeutici, meccanici e psicologici atti a ristabilire sia un corretto grado di igiene orale che una corretta abitudine all’igiene domiciliare si chiamano T.P.S..
La T.P.S. viene eseguita in studio dall’igienista e consiste nelle seguenti terapie:

1. Detartrasi
2. Levigatura radicolare
3. Sbiancamento di tutti i denti
4. Programmi di istruzione ed informazione
5. Desensibilizzazione del cemento radicolare
6. Fluorizzazione dello smalto  

Benché ci si lavi i denti in maniera accurata residuano sempre delle zone dove è impossibile accedere in maniera efficace. Per tale ragione bisogna fare ogni 4 mesi una seduta di T.P.S..

Terapia di mantenimento domiciliare

L’abitudine di lavarsi i denti almeno tre volte al giorno si chiama T.M.D.. La T.M.D. va eseguita a casa dal paziente con i seguenti strumenti :
1. Spazzolino.
2. Filo interdentale.
3. Scovolino interprossimale.

La placca batterica ha una consistenza gelatinosa.
Se si rimuove regolarmente la placca batterica non si avrà mai il tartaro.

La progressione della malattia parodontale può essere ritardata se la T.M.D. viene fatta 1 volta al giorno e la T.P.S. viene fatta 2 volte l’anno.
La progressione della malattia parodontale può essere bloccata se la T.M.D. viene fatta 3 volte al giorno e la T.P.S. viene fatta 4 volte l’anno.